Il rebranding di Birra Messina – Un esempio vincente.

Il rebranding di Birra Messina

Il rebranding di Birra Messina, l’elogio della bellezza Siciliana in un sorso.

Il brand e il branding non possono rimanere gli stessi nel tempo perché cambiano i mercati, i consumatori, i concorrenti e gli stessi prodotti. In poche parole, cambia tutto.

Si tratta di un’azione di marketing volta a posizionare un brand già esistente, attraverso l’ideazione e la realizzazione di un nuovo logo o marchio identificativo e di una nuova immagine coordinata aziendale. Il rebranding è quindi un processo strategico che, può evolversi in diversi periodi temporali.

L’azienda che ha seguito il rebranding di Birra Messina, una delle più quotate d’Europa, ha sicuramente confermato il suo grande potenziale e realizzato qualcosa di straordinario.

Da Siciliani e da imprenditori del settore, non possiamo che fare i complimenti all’azienda che ha curato la nuova visual identity ed il rebranding della famosa bevanda.

Il logo

Il logo della Birra Messina è cambiato come da figura:

 

 

 

 

 

 

 

Un’evoluzione in linea con i tempi moderni, un cambiamento drastico rispetto al passato, di cui rimane l’utilizzo della data di ideazione ( sintomo di autorevolezza e solidità )

Nel logo variano i colori, blu cobalto e giallo, ora utilizzati in tonalità più intense e impattanti, riecheggianti i colori della storia greca che attraverso una costruzione che richiama alla ricchezza dei valori della cultura Siciliana ( risonanze barocche e richiami alle ceramiche tipiche Siciliane) e l’utilizzo di un font estremamente riconoscibile e facilmente leggibile, ponderato e ideato con attenzione, creano un simposio di eleganza e sicilianità allo stato puro.

Il giallo inoltre quasi a richiamare i colori del sole, è molto intenso e differenziante e riesce ad avere una grande attrattività sugli scaffali e questo può renderlo maggiormente “magnetico”

Le confezioni e tutto il materiale che ruota intorno a Birra Messina richiamano questa idea di sicilianità, nel packaging e nel logo rimane anche il veliero che resta al centro come simbolo di una storia di commerci, arrivi e partenze che da sempre ha caratterizzato la storia Siciliana e che crea un profondo senso di identità con il territorio, un elemento di unione con il passato ed un volano che lega le culture Siciliane.

Il blu cobalto ed il blu invece sono il simbolo del cielo e del mare. Una storia tutta Siciliana fin dai primi sguardi rapisce il consumatore.

Nella versione della birra Cristalli di Sale invece, il giallo viene sostituito da una tonalità di bianco, che richiama inevitabilmente anche i colori del sale.

Il tono di voce

Il tono di voce è sicuramente cambiato. Oggi è molto ispirazionale, onirico e sognatore. Un tov che rimane ad altri sensi e che vuole far pregustare il desiderio dell’esperienza che avverrà in bocca, all’assaggio, rimarcando sempre la grande Sicilianità.

Di ciò è imperniata tutta la comunicazione e gli slogan

 

 

 

 

 

 

 

Elementi di branding

Tutti gli elementi che si pongono in linea collaterale con l’utilizzo della birra donano una straordinaria esperienza visiva.

 

 

 

 

 

 

 

Il sito web

Anche una veloce analisi del sito web, ci permette di dire che si muove sulla stessa direzione. Colori forti e grafiche affinate che riescono a far compiere un viaggio all’interno di una landing page a comparsa in cui in poche righe e con immagini qualitativamente elevate si riesce a navigare tra la storia e la bellezza della Sicilia e scoprire il prodotto in tutte le sue caratteristiche.

Inoltre è presente un concorso tramite prova d’acquisto attraverso il quale è possibile partecipare per ricevere due bicchieri “Birra Messina”.

Il tov è coerente con il resto della comunicazione.

Unico suggerimento, avere uno store locator sul sito web sarebbe una mossa incredibile per far sentire ancora più vicini i prodotti ai consumatori al brand.

Utile ne vincente il lead magnet dei bicchieri per raccogliere mail e contatti.

Social

I social di Birra Messina invece deficitano parecchio.

Sia a livello strutturale ( errori anche grossolani) che a livello di rapporti con la clientela.

L’azienda infatti rinuncia a quel tono di voce utilizzato per le campagne e il branding ed utilizza un linguaggio più formale nelle risposte ai clienti a volte particolarmente asettico e senza’anima, non si vede una chiara strategia di comunicazione che possa aumentare engagement e partecipazione da parte degli utenti.

Inoltre da circa un anno i social non sono più aggiornati.

Lo spot

Lo spot televisivo è un inno alla Sicilia, realizzato con cura ed estremamente coinvolgente.

 

Perchè  fare un rebranding ?

L’azienda si è ampliata, è cambiata o ha introdotto nuovi prodotti.

Il pubblico è diverso.

trend principali sono mutati. Classico esempio il km0 o il biologico

Il brand è passato. Questo riguarda soprattutto l’aspetto grafico (ma non solo).

In caso di fusione o acquisizione di altre aziende.