Volantini

Si realizzano per informare nel suo nucleo essenziale di elementi circa un evento o un’attività promozionale. Storicamente utilizzati continuano ad essere un trend essenziale. Vengono stampati su carta uso mano, sia sul fronte che sul retro, consegnati direttamente a mano o inseriti nelle cassette postali.

Flyer

Prima differenza: il flyer è generalmente in formato A5 e viene stampato su una carta leggermente più pesante. Generalmente su una facciata una grafica attraente; sull’altra facciata, le informazioni utili.

Brochure o opuscolo

È un breve stampato pubblicitario rilegato appunto in brossura. Composta da u numero di pagine variabile, generalmente da 1 a 100. Il contenuto è solitamente ben strutturato su un argomento predeterminato. Lo scopo può essere diverso, comunque sicuramente quello di creare un focus su un determinato evento o attività.

Come scegliere tra volantino, flyer e brochure?

Partiamo dal presupposto che le varie situazioni devono necessariamente essere valutate da un professionista al fine di scegliere il mezzo idoneo e più adatto a quella determinata attività.

Quando usare un volantino?

 

Sicuramente uno dei migliori strumenti per informare le persone di un evento, nuova apertura o promozione imminente. Fondamentale è catturare ed attrarre il soggetto che lo riceve, per questo un volantino deve essere chiaro, lineare, e contenere poche necessarie informazioni.

Quando usare un flyer?

Il flyer, almeno nella sua origine ha scopi diversi. Infatti nasce per pubblicizzare mostre, eventi notturni, convegni. La grammatura della carta dovrebbe essere più pesante.

Quando utilizzare una brochure?

Quando un progetto, un attività, un festival necessitano informazioni maggiori e vanno spiegati nel dettaglio.

Hai ancora dubbi? Contatta Dimensione Immagine per un consiglio